Esiti di trauma

Oltre alle semplici cicatrici, incidenti o traumi in genere possono lasciare irregolarità, asimmetrie e alterazioni anatomiche di ogni tipo. Compito del chirurgo plastico è cercare di correggere tali esiti mediante l'impiego di tutte le tecniche di chirurgia ricostruttiva a disposizione: dalle plastiche a "Z", ai lembi di scorrimento agli autotrapianti di tessuto con tecniche di microchirurgia. L'arma più recente a disposizione del chirurgo plastico è il trasferimento di grasso proprio del paziente ("liporistrutturazione"). L'incredibile potere ristrutturante del tessuto adiposo è legato all'abbondante presenza di cellule staminali. Il trasferimento di grasso, quindi, non solo riempie le zone avvallate per ridare armonia al profilo ma, grazie al potere rigenerante delle cellule staminali, migliora la qualità della pelle delle aree trattate.

A seconda dell'entità del difetto da correggere gli interventi possono essere eseguiti in anestesia locale, con o senza sedazione, o in anestesia generale e richiedono da un day hospital a qualche notte di ricovero.